Categorie
Formazione News Scuola Primaria Capriana Scuola Primaria Carano Scuola Primaria Castello Scuola Primaria Cavalese Scuola Primaria Masi Scuola Primaria Molina Scuola Primaria Valfloriana Scuola Primaria Varena Scuola Secondaria di I grado

III SEMINARIO RETE IDEA

Tutto pronto per il terzo seminario della Rete IDeA di cui l’Istituto comprensivo di Cavalese è capofila. A orchestrare i lavori del seminario saranno presenti i docenti coordinatori dei diversi progetti di ricerca-azione svolti nel corso dell’anno scolastico negli istituti della Rete.

Sono attesi al seminario più di 100 persone fra docenti e dirigenti da tutta la provincia di Trento e altri ospiti fuori provincia. Un buffet e un concerto sui temi dell’intercultura della band del prof. Caon concluderanno i lavori della mattinata.

Categorie
News Scuola Secondaria di I grado

A SPASSO CON I BRUCHI PER LA PACE NEL MONDO

Le classi 1D e 2B della SSPG hanno aderito al progetto “La marcia dei bruchi” e con il supporto di alcuni docenti hanno realizzato alcuni materiali tra cui cartelloni, origami e slogan a favore della pace.

Inoltre hanno deciso di creare un telegiornale intitolato “Il telegiornale dei bruchi”, il quale racconta di belle notizie ricavate da ogni angolo del mondo.

In classe si è parlato della guerra in Congo per via del coltan, metallo necessario nella costruzione dei cellulari, la cui estrazione vede l’impiego di bambini tolti alle famiglie e al diritto allo studio.

In questa giornata speciale hanno partecipato il presidente del Consiglio comunale Raffaele Vanzo, il sindaco di Cavalese Sergio Finato. I partecipanti sono stati guidati da John Mpaliza, attivista per la pace proveniente dal Congo.

Durante l’attività John ha raccontato che la marcia è partita da Bressanone ed è durata 40 giorni per poi concludersi proprio nella città altoatesina. Ha condito il racconto con alcune vicende da lui vissute durante la marcia, e ha fatto concludere il tutto facendo intonare agli alunni una canzone riguardante la pace.

L’attività è piaciuta a tutti gli alunni e ha permesso loro di riflettere sul valore dell’attivismo per la pace, anche semplicemente con una lenta marcia.